Soluzioni concrete per il risparmio energetico

eco-ediliziaIl tema della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico rappresentano i punti focali dell’edilizia attuale in quanto il mercato del mattone sembra maggiormente orientato verso strutture a minimo impatto ambientale ed energeticamente vantaggiose.

Alla base del lungo processo che ha indirizzato il settore edilizio verso il risparmio energetico vi è il rispetto per il territorio in cui la struttura si inserisce e la volontà di ridurre fortemente le spese delle utenze: basti pensare che il settore abitativo è responsabile del 35 % dei consumi energetici nazionali.


Le tecniche per ridurre enormemente i consumi si sono moltiplicate nel corso degli ultimi anni; ecco brevemente le più importanti:

  • pannelli fotovoltaici: l’installazione di moduli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica ha subito recentemente una forte impennata grazie soprattutto ai piani di incentivazione statale che permettono di ammortizzare molto più velocemente l’investimento iniziale;
  • pannelli solari termici: un piccolo impianto per la produzione di acqua calda è più che sufficiente a soddisfare il fabbisogno di una famiglia media in un’abitazione di normali dimensioni con conseguente risparmio sull’utenza del gas;
  • canalizzazioni interrate: diffusosi recentemente, il sistema di canalizzazioni interrate permette di sfruttare il calore che proviene dal sottosuolo che rimane approssimativamente costante ad una temperatura di 14 gradi; estremamente comodo sia nella stagione invernale che in quella estiva;
  • dimensioni della struttura: particolarmente vantaggiose ai fini del risparmio energetico sono le dimensioni assai contenute dell’edificio; nelle piccole abitazioni le variazioni di temperatura sono pressoché trascurabili, il sistema di climatizzazione agisce molto più velocemente e così via;

 

Che cos’è e cosa si intende per “Casa Passiva”?

Per Casa Passiva si intende un tipo di abitazione in grado di garantire la quasi totale autosufficienza energetica facendo a meno delle tecnologie convenzionali. Quali sono i vantaggi?

Il punto di forza della Casa Passiva è la drastica riduzione dei consumi; infatti l’energia elettrica viene prodotti tramite un piccolo impianto fotovoltaico posto sul tetto.

Per la costruzioni vengono utilizzati materiali estremamente isolanti al fine di garantire un certo “comfort termico”: l’abitazione rimane calda in inverno e fresca nella stagione estiva senza il ricorso a riscaldamenti o a condizionatori.

Per assicurare la massima comodità all’interno della struttura sono state studiate innumerevoli soluzioni tra cui la cosiddetta copertura ventilata, un sistema di copertura particolarmente consigliata quando si ha necessità di asportare aria calda che si accumula nell’ambiente soprattutto nel periodo estivo e quella di trasferire il vapore acqueo, e quindi l’umidità. Il sistema di copertura ventilata si realizza ponendo tra il tetto ed il soffitto un intercapedine con un piccolo sfogo verso l’esterno garantendo il continuo ricircolo dell’aria: esso permette una riduzione dei carichi termici tra il 20 % ed il 45 %, a seconda dello spessore dell’intercapedine.

 

Un’altra interessante soluzione è quella denominata “Tetto Giardino” che consiste, come suggerisce l’espressione, nell’allestimento di un vero e proprio giardino sul tetto dell’abitazione: la terra ha la proprietà di trattenere l’acqua piovana per molto tempo che evaporando evita che il tetto assorba troppo calore; permette di ridurre l’inquinamento catturando le particelle in sospensione e l’anidride carbonica. Oltre ad essere esteticamente gradevole, l’allestimento del “Tetto Giardino” comporterebbe vantaggi economici diretti: basti pensare che la diminuzione di un solo grado centigrado permette di risparmiare il 5 % sull’energia elettrica.

Queste sono alcuni delle innumerevoli tecniche che l’edilizia attuale smette a disposizione al fine di ridurre l’impatto ambientale delle costruzioni abitative e le spese elevate delle utenze domestiche. La costruzione di una casa eco-compatibile e vantaggiosa dal punto di vista energetico non comporta spese eccessive ma solo un investimento che col tempo darà i suoi frutti.

2 Thoughts on “Soluzioni concrete per il risparmio energetico

  1. Pingback: Meno soldi e più controlli: il nuovo decreto sulle fonti rinnovabili

  2. Pingback: La Casa Domotica migliora la Vita

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Post Navigation